Percorsi

Percorso

TGS Extreme 38 km 3800 D+

Il TGS Extreme è certificato ITRA

TGS Extreme ITRA

2 punti endurance e 12 punti mountain per chi parteciperà e porterà a termine la gara!

Clicca qui per scaricare la tracce GPX

Altimetria TGS Extreme

 

Il percorso lungo si snoda quasi interamente su sentieri di montagna per una lunghezza di 38 chilometri e ben 3800 metri di dislivello. Dopo aver lasciato la piazza di Mandello del Lario (225 m) e aver proseguito verso la frazione di Somana, il percorso si arrampica subito nel bosco per la prima importante salita fino allo Zucco Sileccio (1304 m – 7,5 km). Da qui, un po' scendendo, ma soprattutto ancora salendo, si prosegue fino a raggiungere la cima del Monte Pilastro, e la quota massima del percorso (1786 m), e si scende alla Bocchetta di Prada. Un traverso in costa, tutto da correre, porta al rifugio Bietti-Buzzi (1700 m – 15 km). Da qui, una discesa nel bosco di faggi conduce dritti all'Alpe Calivazzo, quindi a Era Bassa (872 m – 20 km), dov'è situato il primo cancello orario a 5 ore e mezza dalla partenza. Incomincia la seconda salita che, progressivamente, porta al Rifugio Elisa (1500 m – 25 km). Si scende fino in Gardata (1064 m) e si traversa per raggiungere la località di Versarico (793 m – 30 km), dov'è fissato il secondo cancello orario a 9 ore. Qui inizia la salita verso l'ultima vetta: lo Zucco di Manavello (1144 m – 32,5 km). La discesa finale, ripida nella prima parte e più corribile dopo, chiude l'arco fino a Mandello del Lario.

Disegno TGS Extreme

Percorso

TGS Sprint 20 km 1800 D+

Clicca qui per scaricare la tracce GPX

Altimetria TGS Sprint

 

Anche il percorso corto si snoda quasi interamente su sentieri di montagna, per una più breve distanza: 20 chilometri per 1800 metri di dislivello. Dopo aver lasciato il centro di Mandello del Lario (225 m) e aver proseguito verso la frazione di Somana, il percorso si separa da quello della gara lunga, girando a destra per salire, passando dalla chiesetta di Santa Maria, all'alpe Era Bassa (867 m – 6,5 km). Da qui, la salita prosegue fino in Gardata (1064 m – 9,0 km), dove il percorso si ricongiunge a quello della gara lunga. Si traversa per raggiungere la località di Versarico (793 m – 12 km) dov'è fissato il cancello orario a 4 ore e mezza dalla partenza. Inizia la seconda salita verso l'ultima vetta: lo Zucco di Manavello (1144 m – 14,5 km). La discesa finale, ripida nella prima parte e più corribile dopo, chiude l'arco fino a Mandello del Lario.

Disegno TGS Sprint

Percorso

TGS Intrepid 6 km 400 D+

Il terzo percorso del Trail Grigne Sud è un tracciato dedicato a ragazzi con disabilità che corrono in coppia con un accompagnatore.

La prima edizione del TGS Intrepid ha visto la partecipazione di venti coppie. La gara ha preso il via in coda ai percorsi Extreme e Sprint e gli atleti sono transitati al traguardo dopo un tragitto di 5 chilometri e 300 metri di dislivello. L’idea del TGS Intrepid nasce dalla collaborazione con la Polisportiva di Mandello del Lario, dove la sezione Arcobaleno lavora da anni con i ragazzi disabili.

Il progetto Arcobaleno nasce nel 2004, quando un gruppo di ragazzi diversamente abili e i loro accompagnatori si sono rivolti alla Polisportiva chiedendo di potere allenarsi con gli altri atleti. Affiliati alle Special Olympics, sono cominciati gli allenamenti in vista dei giochi regionali di atletica a Lodi e dei nazionali a Roma. Da allora è stato un susseguirsi di giochi estivi e invernali, fino ad arrivare a partecipare ai Giochi Internazionali. Nel 2009 un atleta della Polisportiva Arcobaleno ha partecipato ai Giochi Mondiali Invernali in Idaho, nel 2010 un altro è andato a Varsavia per i Giochi Europei Estivi e nel 2013 un atleta Arcobaleno ha partecipato in Corea ai Giochi Mondiali Invernali. Nel 2011 sono stati organizzati a Lecco i Giochi Regionali di atletica in collaborazione con i Comuni di Mandello, Lecco ed Abbadia Lariana insieme al Coni e al CSI.

Questa manifestazione ha dato il via all’aggregazione di diverse associazioni ed enti del territorio con l’obiettivo di favorire lo svolgimento di attività sportive nelle scuole del lecchese e nei Servizi per la disabilità, portando alla realizzazione del progetto dis-abilità in movimento.

Quest'anno per loro il TGS INTREPID segue un nuovo itinerario di 6 chilometri e 400 metri di dislivello positivo.